Ortensie: Tutto ciò che devi sapere

L’ortensia è una pianta ideale da piantare se vuoi un bel giardino tutto l’anno. Fioriscono da metà estate fino alla fine dell’anno. E in autunno, alcune ortensie hanno il rosso brillante e il colore delle foglie d’oro. Le forme scultoree dei loro fiori, essiccate all’eleganza cartacea, creano meravigliosi contorni nel gelo durante l’inverno. Ecco i tipi di Ortensie e tutto ciò che devi sapere direttamente dai nostri giardinieri più esperti.

I diversi tipi di ortensie

Macrophylla

Queste piante avranno molto più senso una volta che ne conoscerai i tipi più comuni. E questo è importante perché ci sono fondamentalmente due tipi molto diversi di potatura, a seconda del tipo di ortensia che hai. Ma anche se non hai conservato l’etichetta, è relativamente facile capire quale tipo di ortensia stai curando guardando la forma del fiore o la forma della foglia.

Le più note sono le macrofille, che si dividono in teste di scopa e coppa di pizzo. Le testa di scopa sono caratterizzate da una forma rotonda. Le coppa di pizzo hanno piccoli germogli al centro e aprono fiori attorno al bordo.

Arborescens e paniculata

Le “arborescens” sono conosciute come “ortensie selvatiche” o “ortensie lisce”. Anche se non hai mai preso in considerazione la coltivazione di ortensie, negli ultimi dieci anni avrai probabilmente ammirato i bianchi sbuffi di ortensie arborescens “Annabelle” in qualche giardino. L’ortensia paniculata ha fiori a forma di cono. In alcuni posti è il tipo più venduto e coltivato, e sta rapidamente crescendo in popolarità.

Ortensia quercifolia

L’ortensia quercifolia significa letteralmente ortensia con foglie di quercia. Sono eleganti e sono anche molto resistenti. Sopportano condizioni di asciutto o  di freddo meglio delle altre specie. Le ortensie quercifolia hanno foglie a forma di quercia che cambiano colore in autunno, quindi sono un’ottima aggiunta al giardino autunnale.

Crescere le ortensie per colore

Molte persone sono molto confuse riguardo il colore delle ortensie. Le macrofille cambiano colore in base al pH del terreno. Le ortensie su un terreno molto acido saranno blu, ma la stessa ortensia sarà rosa se viene coltivata su un terreno alcalino. Quindi la gente compra un’ortensia blu, la pianta nel giardino e questa diventa rosa. Se non hai un terreno acido, ma desideri ortensie blu, puoi tenerle in un vaso a parte e trattare il terreno con un mangime per ortensie specializzato.

ortensia

Come scegliere le ortensie

Se stai pensando di coltivare alcune di queste piante, inizia pensando al posto dove le pianterai e, se lo conosci, al tipo di terreno. Se hai un angolo abbastanza soleggiato, dovresti scegliere le varietà di paniculata o arborescens.” In una situazione di ombra, penombra o alberi che coprono, le macrofille sono la soluzione migliore. I fiori di macrofilla bruciano se ricevono troppa luce solare, quindi hanno bisogno di un po’ d’ombra.

Quando dovresti piantare ortensie?

Puoi piantare le ortensie praticamente in qualsiasi momento dell’anno. Se le pianti in estate, tienile ben irrigate, soprattutto se in assenza di piogge ed umidità.

Quali piante crescono bene con le ortensie?

Ad esempio le macrofille sono piante che si allargano molto e fanno molto fogliame, quindi è consigliabile non coltivarle vicino a piante che hanno bisogno di sole, in quanto queste ultime verrebbero coperte dall’ortensia. In genere comunque, quasi tutti i tipi hanno questa caratteristica.

Puoi spostare le ortensie?

Se pensi di aver piantato la tua ortensia nel posto sbagliato, puoi spostarla. Il momento migliore per spostare le ortensie è la fine di ottobre o l’inizio di novembre. Una volta dissotterrate, vanno trapiantate il prima possibile.

Coltivazione di ortensie in vaso?

Le ortensie crescono molto bene in vaso. C’è un numero crescente di ortensie ora vendute come piante da patio o da interno. Se acquisti o ti viene regalata un’ortensia in vaso, con molti bei fiori, potrebbe essere stata trattata per ridurre la sua crescita e massimizzare la sua fioriture. Questo può significare che se le trapianti in giardino, l’anno seguente cresceranno in maniera molto diversa da come eri abituato a vederle.

Quindi se hai intenzione di coltivare ortensie in giardino, probabilmente è meglio acquistarle da uno specialista di ortensie o da un vivaio che le coltiva per piantarle a terra. In questo modo, potrai anche informarti con qualcuno che saprà quali ortensie saranno le migliori per il tuo giardino. Inoltre, sarai sicuro che l’ortensia che acquisti continuerà a crescere in questo modo e ad apparire così nei prossimi anni.

piantare ortensie

Come potare le ortensie

Se stai coltivando ortensie, devi sapere che tipo hai per potarle. Le macrofille e le quercifolia necessitano di potature leggere. Taglia i fiori secchi verso marzo. Togli la prima fila di foglie. Dovresti tagliare il primo bocciolo che vedi. Quello è il fiore della prossima estate.

Esistono altre varietà, come l’ortensia serrata e l’ortensia aspera, che vengono potate leggermente come per l’ortensia macrophylla. Se tagli le macrofille e le quercifolia troppo in basso, perderai i fiori. Tuttavia, è possibile ritagliare steli interi se desideri assottigliare la pianta o migliorarne la forma. D’altra parte, le paniculate e le arborescens necessitano di potature più pesanti. Il consiglio è riportarle a due gemme da terra verso fine febbraio, inizio marzo.

Come combattere con i parassiti

Sono pochi i parassiti che attaccano questa pianta, perché le foglie sono leggermente tossiche. Alcuni problemi possono essere provocati dalle lumache. Tuttavia, sono presenti prodotti naturali che ti possono aiutare a combattere questo problema.

Devi fertilizzare le ortensie?

Il consiglio è quello di nutrirle una volta in primavera, e ancora verso metà estate.

Perché la mia ortensia non sta fiorendo?

La causa principale delle è che sono state potate male. I boccioli di fiori sulle macrofille sono in cima agli steli, quindi se li poti troppo indietro, perderai i fiori.

Perché la mia ortensia sta appassendo?

Le ortensie in vaso spesso appassiscono, o perché sono a corto di acqua, o perché hanno troppa acqua. Quindi se noti che la tua ortensia è secca, innaffiala per bene, o se c’è troppa acqua, lasciala asciugare un po’.

EDM Soc. Coop.

Condividi il post:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Hai bisogno di un professionista?

Altri articoli della stessa categoria

Esempio di piscina gonfiabile

Come pulire piscina gonfiabile

L’estate si avvicina e non vedi l’ora di sguazzare nella tua piscina gonfiabile? Se anche tu hai una piscina di questo tipo, ti sarai reso

Rifare pavimento casa

Rifare pavimento casa

Ti sei stancato del vecchio pavimento di casa tua e stai pensando di rifarlo? Hai comprato un nuovo appartamento ma la pavimentazione non ti piace

Hai bisogno di un professionista?