Tutto ciò che devi sapere per la cura del giardino

Marco Prunali

Marco Prunali

Presidente della EDM Società Cooperativa

irrigazione - cura del giardino

In questi giorni, sempre più persone stanno riscoprendo il giardinaggio fai da te. C’è chi lo fa per avere un bel giardino fiorito. Altri hanno deciso di sfruttare piccoli angoli di verde per farsi un orto tutto proprio, per mangiare sano e sicuri da pesticidi. La cura del giardino inoltre ha anche dimostrato di avere benefici per la salute.

Incoraggia le persone ad impegnarsi in un’attività che promuove il benessere, riduce lo stress, e permette di fare un moderato esercizio fisico. Con queste premesse, sia che tu abbia un piccolo appezzamento di terreno, o un bel giardino grande, ecco una guida alle nozioni base per la cura del tuo giardinaggio, direttamente dai nostri giardinieri esperti.

Di cosa ha bisogno una pianta

Le piante sono un po ‘come le persone: ogni tipo di pianta ha una “personalità” unica e adora cose diverse (acqua, luce solare, tipo di terreno, ecc…). Alcune piante preferiscono il caldo, mentre altre il fresco e l’umidità, altre ancora un mix. Può richiedere un po’ di sperimentazione (e ricerche su Internet)  imparare cosa funziona meglio per un particolare tipo di pianta. Detto questo, praticamente tutte le piante richiedono alcuni ingredienti base:

Sole: Le piante sfruttano l’energia del sole e, attraverso la fotosintesi, convertono quell’energia nei loro tessuti. Poiché il sole permette la crescita, molte di esse, tra cui la maggior parte di frutta e verdura, hanno bisogno di una buona quantità di sole diretto durante il giorno. Hai un terreno più ombreggiato? Cerca quali piante preferiscono tale condizione, o fatti consigliare da vivaisti e giardinieri.

Acqua: le piante hanno anche bisogno di acqua, la quale, in base alle quantità, impedirà alle piante di avvizzire sotto il sole estivo e il calore. In molti luoghi, potrebbe essere necessario innaffiare regolarmente il giardino per mantenere le piante vive. Considera le tue fonti d’acqua: se non hai fonti disponibili nel tuo giardino, sarà importante trovare un sistema per trasportare l’acqua in esso.

cura del giardino - le stagioni

Conosci il clima della tua zona

Le piante danno i migliori risultati quando hanno temperature e condizioni ottimali. Capire il tuo clima ti aiuterà a decidere quali piante coltivare. Spesso sul retro delle confezioni delle sementi, è presente l’indicazione su qual è il periodo migliore di semina. Capire meglio il tuo clima ti aiuterà anche a determinare le posizioni migliori in cui piantare. Alcune piante resistono anche ai climi più rigidi invernali, come piante e arbusti sempreverdi, mentre altre hanno bisogno di più copertura dal freddo.

Importante è anche capire la lunghezza della stagione e la quantità media di tempo durante l’anno in cui la temperatura rimane intorno ad un certo valore. Sapere questo è particolarmente utile per piantare piante annuali, tra cui la maggior parte delle verdure da giardino e molti fiori, che vivono solo per un solo anno. Se vuoi piantare meloni, ad esempio, dovrai assicurarti di poter trovarne una varietà che possa crescere completamente nella lunghezza della tua stagione di crescita. E vorrai assicurarti che lo pianti abbastanza presto e che rimangano molti giorni nella stagione per farlo crescere e maturare.

Cura del giardino: la posizione

Se stai coltivando piante all’aperto, prova a scegliere un punto che ottimizzi tutte le cose di cui le piante hanno bisogno: luce, acqua, sostanze nutritive e terreni buoni. Puoi scegliere di coltivare piante direttamente nel terreno (più semplice e conveniente), costruire isole rialzate o coltivare piante in contenitori. Le isole rialzate (che sono fondamentalmente grandi scatole di legno piene di terra) possono essere molto produttive, ma costeranno soldi extra per i materiali. Spesso è utile usare questo metodo negli spazi stretti, perché offrono tanta flessibilità. L’irrigazione è molto importante per questi contenitori perché l’acqua tende ad andare via più velocemente. Essendo più piccoli però, l’irrigazione richiede solo pochi minuti.

Domande sulla cura del giardino

La cosa meravigliosa del giardinaggio è che ci sono così tante potenziali piante là fuori da crescere. Ecco alcune cose a cui pensare mentre pianifichi il tuo giardino:

  • Quali tipi di piante sei più eccitato di crescere? Molte persone sono interessate a coltivare il proprio cibo, mentre altri voglio semplicemente abbellire il proprio angolo verde.
  • Se coltivi frutta e verdure, cosa ti piace cucinare e mangiare? Non c’è motivo di coltivare cose che poi non amate mangiare. Cresci piuttosto le cose che sono così appetitose per te. Potrebbero non arrivare nemmeno dentro casa in molti casi.
  • Quale quantità di spazio e luce hai a disposizione per il giardinaggio? Prendi in considerazione se stai piantando su terra o in contenitori, quanta luce riceve l’area ogni giorno e quanta ombra.
  • Quanto tempo hai da dedicare al giardinaggio? Le piante richiedono cure regolari, quindi sii realista su quanto tempo sarai disposto a spendere per strappare erbacce, controllare  l’irrigazione e così via. In genere è meglio iniziare in piccolo e imparare le basi e, mano mano se possibile, ingrandirsi.

irrigazione

Irrigazione

La quantità ed i tempi di irrigazione dipendono da alcuni fattori. L’aria più calda e asciutta attira più rapidamente l’umidità dalle piante e dai terreni, quindi con l’aumento della temperatura saranno necessari più irrigazioni. Anche il tipo di terreno influirà sulla quantità dei acqua necessaria per le piante. Alcune piante necessitano un’irrigazione quotidiana, mentre altre meno (una o due volte a settimana). Un test facile per vedere se le piante hanno abbastanza acqua è mettere un dito nel terreno e assicurarsi che si senta umido da 5 a 10 cm sotto il terreno. Quando si annaffia, è meglio usare un annaffiatoio o uno spruzzatore (scaricare molta acqua sulle piante tutto in una volta può danneggiarle). Certo, se la tua zona diventa molto piovosa, non dovrai eseguire spesso questo compito!

Attrezzatura essenziale

La cura del giardino fai da te richiede alcuni strumenti essenziali, ma non c’è limite alla quantità di attrezzi da giardinaggio che si possono usare. Più grande è il tuo giardino, più saranno gli strumenti di cui avrai bisogno.

Per quanto riguarda i contenitori, potrebbe bastare un annaffiatoio, una piccola paletta o cazzuola, e delle forbici. Per scavare potrebbe essere necessario anche avere una piccola zappa. Giardini più grandi richiedono strumenti più grandi e in numero maggiore. In alcuni casi, se non si vuole faticare, potrebbe essere utile comprare qualche attrezzo a motore (elettrico o a scoppio).

Prepararsi a seminare

Hai pianificato dove sarà il tuo giardino, quali piante piantare, come ti prenderai cura di loro e fatto scorta di attrezzature essenziali. Finalmente, è ora di mettere alcune piante nel terreno!

Quando acquisti piante, avrai la possibilità di acquistare semi o piccole piante di avviamento che puoi trapiantare nel tuo giardino. Molte verdure e fiori sono facili da coltivare da seme, rendendo così la scelta più semplice (e più economica) in molte situazioni. L’acquisto di piante, piuttosto che di semi, è particolarmente utile quando una pianta è difficile da coltivare da seme o se la stagione di crescita è particolarmente breve. Per combinare il meglio di entrambi i mondi, molti semi possono essere piantati inizialmente all’interno di vasi e successivamente trapiantati sul terreno.

Le indicazioni per piantare dipenderanno da cosa viene piantato; in genere queste informazioni vengono fornite sul pacchetto, altrimenti potete fare ricerche su internet. I semi possono essere piantati in file o motivi geometrici che sfruttano al meglio lo spazio disponibile. Basta mettere i semi nel terreno (la profondità varia a seconda della pianta), ricoprirli di terra e acqua. Se stai usando le piante di avviamento, scava un buco più grande di quello che stai trapiantando in modo che le radici abbiano molto spazio per crescere. La terra deve avvolgere delicatamente le radici in modo che la pianta rimanga allo stesso livello sopra il terreno che si trovava nel contenitore.

Cura del giardino: difendi le piante

Una volta piantato, una delle maggiori sfide consiste nel mantenere le erbacce, i parassiti e le malattie fuori dal giardino. In una certa misura, le erbacce sono inevitabili, e va bene, a patto che non inizino a soffocare le tue piante. La migliore linea d’azione è quella di eliminare le infestanti ogni settimana per evitare che prendano il controllo. In generale, è più facile estrarre le erbacce dal terreno quando i terreni sono più umidi; quando i terreni sono asciutti, può essere più efficace zappare. Coprire il terreno con pacciame o paglia può aiutare a ridurre le erbacce pur mantenendo l’umidità del terreno.

I parassiti del giardino (compresi gli insetti e le creature fastidiose) e le malattie mettono alla prova anche i giardinieri più esperti. Ma nello spirito de “la preparazione è la chiave del successo”, molti di questi problemi possono essere risolti in anticipo. Molti insetti e malattie che causano danni alle piante hanno maggiori probabilità di verificarsi quando le piante sono stressate, quindi è necessario garantire che le piante ricevano una buona quantità di sole, acqua e sostanze nutritive. Ci sono molti prodotti naturali che aiutano a prevenire e controllare i parassiti e le malattie del giardino. Gli insetti che si scatenano in giardino possono essere difficili da gestire. Anche in questo caso esistono prodotti naturali per allontanare questi intrusi. Il consiglio è anche quello di chiedere aiuto a giardinieri e coltivatori esperti.

Condividi il post:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Hai bisogno di un professionista?

Altri articoli della stessa categoria

Hai bisogno di un professionista?