Creare un piccolo orto con o senza giardino

Marco Prunali

Marco Prunali

Presidente della EDM Società Cooperativa

Coltivare il proprio cibo dà soddisfazione, perché alla fine mangiamo qualcosa fatto direttamente da noi. Tuttavia, potresti spezzarti la schiena mentre lo fai, e sicuramente ti spezzerà il cuore ad un certo punto vedere insetti o parassiti rovinare le tue piantine. La verità è che non esiste raccolto senza sforzo. Tutto ciò che è commestibile richiede una certa attenzione. Come creare un piccolo orto se non si ha a disposizione molto spazio? Ecco una serie di consigli dai nostri esperti di giardinaggio a Roma.

Creare un piccolo orto

La verità è che non esiste raccolto senza sforzo – tutti i cibi richiedono una grande attenzione – ma di seguito ne riportiamo alcuni che sono molto facili da coltivare a patto che si faccia il minimo indispensabile nell’irrigazione.

Un piccolo orto con solo un davanzale

Il mondo dei “micro ortaggi” offre a coloro che hanno piccoli spazi l’opportunità di coltivare alcune colture saporite, nonché ricche di vitamine e nutrienti in un piccolo orto.

I micro ortaggi sono semplicemente piantine che vengono raccolte quando non superano i 10 cm di altezza e crescono così folte da assomigliare a una piccola foresta. Non hai bisogno di grandi vasi o di un semenzaio: un barattolo di yogurt o un contenitore da asporto farà il suo lavoro, purché esegui dei fori per il drenaggio. I micro ortaggi sono una meraviglia, tuttavia, ogni taglio determina la fine della vita della piantina, quindi dovrai seminare di nuovo, ogni due settimane circa. Quando acquisti semi, controlla i pacchi e cerca le buste che ne contengano di più.

C’è molta varietà in questo mondo. Puoi trovare piante che vanno dall’amaranto al crescione, al pisello essiccato. Dopo averli seminati, coprili con solo un po’ di terriccio. Il sapore dei germogli di pisello appena raccolti è fresco e verde, la sensazione che da un prato verde estivo. Una che sarai riuscito con queste, prova anche le piantine di ravanelli, cavoli, broccoli, senape, crescione greco, basilico, perilla (shiso). Anche le piantine di carote sono deliziose.

Se hai un po’ più di spazio e un posto abbastanza soleggiato, potresti prendere un albero di limone nano o un kumquat (mandarino Cinese). Oltre alla possibilità di raccogliere i frutti di questi alberi, potrai utilizzare anche le loro foglie in molte ricette. Gli agrumi necessitano di luce e di calore, e nel periodo estivo è consigliabile innaffiarle almeno due volte a settimana.

Se hai spazio per vasi da ortaggi

Sia che si trovino su un balcone o in un cortile, i vasi possono offrire condizioni di crescita simili al terreno aperto, purché ci sia molta luce e innaffiature giornaliere in estate. Troppa ombra e le tue colture faranno fatica. Per ottenere un raccolto decente sono necessarie almeno tre ore di luce solare al giorno.

pomodori per piccolo orto

Solitamente, molti preferiscono iniziare con i pomodori. Inoltre, se ti piacciono, potresti provare iniziando con i peperoncini. I pomodori necessitano di grandi vasi, in quanto tendono ad espandersi ed alzarsi molto. Inoltre, se necessario, dovrai anche preparare una struttura per sostenere la pianta (ad esempio con delle canne di bambù). I peperoncini invece non hanno bisogno di grandi vasi, ma vogliono comunque il loro spazio. Una volta che iniziano a fiorire, concimali con prodotti naturali ogni due settimane. Una o due piante basteranno per rifornirti tutto l’anno.

cosa piantare a ottobre - peperoncini

Da una forchetta all’altra: cinque cuochi e i loro orti

Se non ti piace il calore dei peperoncini rossi, allora potresti provare i fagioli francesi nani, che sono molto facili da coltivare. La metà di maggio è il momento perfetto per iniziare a seminare, quindi ripetere la semina ogni due o tre settimane fino alla fine di luglio in modo da ottenere una successione di raccolta fino all’inizio dell’autunno. Raccogli i fagioli quando non sono più spessi di una matita, con solo un pizzico di seme che appare all’interno. La migliore varietà che ho trovato è Faraday; il sapore è imbattibile.

Piantale ad una distanza di 15 cm l’una dall’altra. Semina due semi per zona, 2 cm di profondità vicino ai bordi di un vaso in modo che i fagioli possano appendersi su di essi; questo li mantiene puliti dal terriccio. Una volta che compaiono i fiori, assicurati di innaffiare regolarmente in quanto ciò aiuterà i frutti a crescere; il resto lo farà tutto la pianta. Se rimane dello spazio nella parte centrale del baso, potresti seminare un fiore amico delle api come la calendula per incoraggiare l’impollinazione.

EDM Soc. Coop.

Condividi il post:

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su email
Hai bisogno di un professionista?

Altri articoli della stessa categoria

Hai bisogno di un professionista?