Cosa piantare a ottobre?

Cosa piantare a ottobre? Questo mese è un momento di cambiamento. Fino all’arrivo delle prime gelate, puoi scegliere le ultime colture che amano il caldo – i pomodori, i peperoncini, i fagioli rampicanti. Se hai seminato colture invernali come cavolo e rucola in estate, queste avranno radicato per bene. Altrimenti, in ottobre c’è ancora tempo per piantare colture resistenti a crescita rapida come i germogli di fava e piselli per tenerti nel verde nei prossimi mesi.

I lavori per questo mese includono:

  • Raccogli i pomodori, i peperoncini, i semi di zucca prima del primo gelo.
  • Prendi in considerazione la protezione delle colture invernali.
  • Controlla l’invasione di lumache ed altri parassiti.
  • Copri i vasi vuoti o seminaci qualcosa all’interno.
  • Semina colture di insalate a crescita rapida.
  • Salva i semi.

Raccogli le ultime colture estive

Raccogli i tuoi ultimi raccolti teneri: zucchine, zucche, pomodori, melanzane, fagioli e peperoni e peperoncini prima del primo gelo. In città più calde, potresti essere in grado di raccogliere i pomodori fino a novembre, anche all’inizio di dicembre. Per sapere quando arriveranno le prime gelate nella tua zona, consulta il meteo.

Cosa fare con i tuoi peperoncini

I peperoncini rossi sono piante perenni, il che significa che vivranno e fruttiferanno per diversi anni. Puoi portarli dentro casa affinché sopravvivano durante l’inverno e poi rimetterli fuori all’inizio dell’estate del prossimo anno.

cosa piantare a ottobre - peperoncini

Se non hai spazio all’interno, raccogli i peperoncini e appendili per asciugarli. In alternativa li puoi tagliare e congelare. I peperoncini congelati e secchi hanno un sapore abbastanza diverso. Il gusto congelato assomiglia di più ai peperoncini freschi, mentre quelli essiccati di solito sviluppano un gusto più caldo e fruttato. I peperoncini dalla pelle sottile sono i più facili da asciugare. Le varietà più spesse, come il jalepeno, sono spesso le migliori da congelare o mettere in salamoia. È interessante sperimentare.

Vale la pena proteggere le colture invernali?

Se hai seminato alcune colture invernali (cavoli, verze, ecc…) in estate, ora dovrebbero essere ben consolidate. Proteggere le tue colture con tessuto/non tessuto o pile nei periodi freddi ha i suoi pro e contro. La maggior parte delle colture crescerà più velocemente e più grande se si può dare loro una certa protezione dal freddo e dal vento. Tuttavia la differenza data dalla protezione dipende dal raccolto (ad es. il cavolo nero può sopravvivere a un clima molto freddo), da quanto è freddo l’inverno e da quanto è esposto il tuo spazio di coltivazione. In molti luoghi la protezione non è essenziale. Soprattutto per quanto riguarda le zone che non sono soggette a gelate o a discese tali di temperatura da necessitarlo. Quindi ci vuole un po’ di equilibrio e di scelta personale. Come al solito, tentativi ed errori sono di solito il modo migliore per trovare ciò che funziona per te nel tuo spazio.

Piantare e proteggere le erbe in ottobre

Alcune erbe resistono all’inverno meglio di altre. Le erbe più resistenti al gelo includono erba cipollina, menta, timo e salvia. Queste sembrano morire, ma riappariranno magicamente in primavera. Prezzemolo, rosmarino e coriandolo sono anche abbastanza resistenti e di solito sopravvivono in foglia per tutto l’inverno.

prezzemolo

Le erbe meno resistenti al freddo comprendono la verbena al limone e il dragoncello. Coprirli con un velo orticolo migliorerà le loro prospettive, in particolare se il tuo spazio di coltivazione è esposto a venti freddi. Per fare questo, prima delle gelate rigide, basta posare una lunghezza di vello sulla pianta e quindi avvolgere lo spago attorno al vaso per tenere il vello in posizione. Le erbe tenere che invece difficilmente resistono con il freddo includono basilico, coriandolo vietnamita e pelargonium profumati. Puoi portare l’intera pianta all’interno per tenerla sul davanzale della finestra. Se la pianta è troppo grande per adattarsi al tuo davanzale, puoi trapiantarne una parte in un vaso più piccolo da interno.

Controlla le lumache ed i parassiti

Lumache e parassiti potrebbero sorprenderti in questo momento. Probabilmente non attaccheranno le piante già cresciute e ben radicate, bensì le tue piantine invernali appena piantate. Controlla quotidianamente che non siano presenti questi invasori, e se possibile, fatti consigliare da una giardiniere o dal vivaio in cui ti rifornisci.

In ottobre puoi piantare colture invernali con crescita rapida

A ottobre è troppo tardi per piantare la maggior parte delle colture invernali, ma puoi ancora ottenere un raccolto da germogli di piselli con rapida crescita (e resistenti) o germogli di fave. E se riesci a sistemare una cloche o una mini serra, potresti anche essere in grado di fare una semina di un’insalata resistente come la rucola o la mizuna all’inizio di questo mese.

In ottobre salva i semi da piantare in seguito

Continua a salvare i semi! I pomodori sono uno dei frutti da cui è più semplice estrarli, ma puoi farlo anche con altri ortaggi se ci riesci.

EDM Soc. Coop.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *